Sbocchi professionali

Tecnico esperto in costruzioni, urbanistica e territorio, topografia e attivita' catastale, estimo ed attivita' peritali
funzione in un contesto di lavoro:
Le principali funzioni e le relative competenze della figura professionale formata dal corso di studi sono sintetizzabili in tre ambiti principali:
1. Progettazioni preliminari, di massima e valutazione tecnico-economica dei progetti in ambito edilizio, urbanistico e territoriale, direzione e contabilita' dei lavori, servizi amministrativi immobiliari, certificazione energetica degli edifici, collaudi e coordinamento della sicurezza in tutte le fasi interessate delle attivita' costruttive, 2. Sono di competenza di questa figura professionale l'estimo, le attivita' peritali quali le consulenze relative alla stima del valore di mercato degli immobili, l'assistenza tecnico-normativa (sia in ambito privato che in aziende ed imprese aggiudicatarie di contratti di appalto pubblico o privato), le attivita' inerenti le vertenze di tipo giudiziale e stragiudiziale.
3. Ulteriori funzioni di questa figura professionale sono inerenti il rilievo geometrico e la restituzione grafica dei fabbricati, il tracciamento di opere edilizie in genere e di quelle infrastrutturali (tracciati stradali e ferroviari, canalizzazioni, ecc.).
Sono inoltre nell'ambito delle sue competenze la geomatica e le attivita' catastali inerenti l'aggiornamento, frazionamento e accorpamento di unita' immobiliari ed opere edilizie in genere.
competenze associate alla funzione:
Le competenze professionali saranno principalmente quelle inerenti le attivita' di consulente per la progettazione preliminare ed il controllo dell'esecuzione di opere edilizie ed infrastrutturali e di opere urbanistiche, progettazione di opere di modesta entita', direzione dei lavori, controllo e gestione della sicurezza dei cantieri, gestione e valutazione del patrimonio immobiliare, rilievi topografici a varia scala e delle attivita' catastali in genere.
sbocchi professionali:
I laureati nel corso di laurea professionalizzante in Costruzioni, Infrastrutture e Territorio potranno trovare occupazione principalmente nei seguenti ambiti: attivita' libero-professionale (subordinatamente all'iscrizione al collegio dei geometri per la quale e' richiesto il superamento dell'esame di abilitazione professionale secondo la normativa vigente, Legge n. 75/1985, D.P.R. n. 328/2001), come dipendenti nei ruoli tecnici di societa' di ingegneria, di studi legali o economico-commerciali, di imprese di costruzione operanti nel settore delle costruzioni, delle infrastrutture e del territorio, di gestione del patrimonio immobiliare, di enti di diritto pubblico per la gestione ed il controllo del territorio, dipendenti nei vari ruoli tecnici delle pubbliche amministrazioni operanti in ambito edilizio, infrastrutturale, urbanistico e territoriale e nella gestione ed il controllo delle risorse ambientali.
Il proseguimento degli studi nelle lauree magistrali non e uno sbocco naturale per i laureati in questo corso.
Abilità Comunicative

I laureati devono aver raggiunto una capacita' di comunicazione efficace, sia in forma scritta che orale, cosi' da poter condividere e divulgare con chiarezza, completezza di informazione e piena comprensibilita', le proprie scelte nell'ambito dell'attivita' lavorativa da essi svolta. Tali capacita' devono consentire di comunicare con precisione, sia con specialisti che con interlocutori di diversa formazione culturale o di livello di istruzione inferiore, al fine di trasmettere una piena consapevolezza delle proprie idee e scelte tecnico-economiche. L'abilita' comunicativa costituisce un aspetto fondamentale ed imprescindibile per un tecnico laureato esperto nei settori civile, edile, infrastrutturale e territoriale, che nella propria attivita' lavorativa si trovera' spesso ad interagire con professionisti di diversa formazione culturale.
I laureati devono essere in grado di redigere relazioni nei vari ambiti in cui si troveranno ad operare ed devono poter interpretare correttamente norme tecniche che possano coinvolgere anche altri settori, senza prescindere dagli aspetti inerenti l'etica e la deontologia professionale.
Per lo sviluppo delle abilita' comunicative, l'impostazione delle attivita' didattiche del corso prevede esperienze di gruppo legate ai laboratori ed alla redazione di progetti. Gli allievi saranno stimolati a comunicare, motivare e valorizzare, sia all'interno del gruppo di lavoro sia verso gli altri gruppi che verso i docenti, le scelte progettuali o le valutazioni di merito.
Le abilita' comunicative raggiunte saranno valutate attraverso le verifiche periodiche degli elaborati e dei progetti, mediante le prove d'esame scritte ed orali. Per favorire la comunicazione in lingua inglese si utilizzeranno testi e documenti in lingua straniera, al fine di creare la capacita' di collaborare e comunicare in modo efficace sia in ambito nazionale che internazionale.